Contributi previdenziali versati in eccesso e Regime Forfetario

L’Agenzia delle Entrate rispondendo all’interpello 400 del 09.10.2019 ha chiarito che il credito previdenziale (derivante da contributi versati in eccesso e dedotti) maturato nel 2017 da un
contribuente forfetario e dallo stesso utilizzato in compensazione nel 2018, concorre alla formazione del reddito 2018. Conseguentemente, l’ammontare dei contributi (in eccesso) precedentemente dedotto, che ha originato il credito utilizzato nel mod. F24, va “ripreso a tassazione” nel quadro LM del mod. REDDITI 2019 PF.
In altre parole, quindi, essendo il credito maturato ed utilizzato in vigenza del regime forfetario, l’importo dei maggiori contributi dedotti (da cui è scaturito il credito) va assoggettato all’imposta sostitutiva prevista per detto regime e non a tassazione separata come previsto per la generalità dei casi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *